Un po' di me.....

Il mio Tango
Ho conosciuto il tango nel 2000, e da allora e' la mia piu' grande passione.

Continuo a studiare e ad aggiornarmi da allora.

Il tango è una continua ricerca.

Ai miei allievi cerco di trasmettere il tango tradizionale che si balla a Buenos Aires.

Quello da cui sono partita e a cui sono tornata dopo aver sperimentato diverse forme di evoluzione.

Da queste basi, poi la sperimentazione e' d'obbligo per chi cerca il suo tango personale, che potra' diventare unico come puo' essere unica la propria firma.

Anche per saper scrivere un libro o una poesia  è necessario conoscere le regole grammaticali.

Restando in questa analogia con la scrittura, ai miei allievi, io spiego come scrivere dapprima le lettere, per poi scrivere delle parole, delle frasi e infine un discorso.

Poi il discorso che nascera' tra due ballerini di tango, potra' essere banale o davvero profondo e coinvolgente. Potra' diventare anche un'opera unica e indimenticabile. 

Dipende da come i ballerini sapranno utilizzare i mezzi che ho messo  a loro disposizione e dal genio e la sensibilita' personale.

 

Io ho ballato delle grandi "opere uniche" grazie a ballerini di grande sensibilta' e preparazione, che portero' per sempre nel cuore.

Oltre alle regole indispensabili per potersi muovere abilmente all'unisono con il partner, ritengo altresì importante trasmettere molte altre nozioni:

  • Elementi chiave per poter fruire agilmente dello spazio in pista.

  • Interpretazione tradizionale della musica, nel tango, nel vals e nella milonga.

  • Differenze tra i vari autori, per catturare l'essenza di ogni brano e          trasformare il piacere dell'ascolto musicale di un'orecchio esperto, nel piacere della condivisione del movimento. 

  • Scoperta e ricerca della sensibilita' dell'ascolto reciproco  dei partners. 

  • Eleganza, estetica e naturalezza del movimento.

  • Educazione e rispetto per la gente e l'ambiente del tango, che sembra incredibile, ma non sono per nulla scontati.

 

UFFA!...Ma quanto tempo ci vuole?
​​Per imparare il tango non basta una vita.
Per potersi destreggiare un po' servono in
media 2 anni di studio.
Io considero che almeno un paio di
scarpe si debba consumare prima di
poter ricevere qualche soddisfazione.
Non bastano le lezioni, servono ore e
ore di pratica.
Ognuno è in grado di accelerare o
rallentare il suo percorso in base
alle ore che riesce  o decide di dedicare a
questa passione.
Le prime soddisfazioni sono
talmente intense da ripagare
ampiamente tutti gli sforzi passati e futuri....

Titoli ed attestati

Ho conseguito il diploma che mi abilita all'insegnamento internazionale.

Pur essendo convinta che un diploma non faccia un maestro,
Per insegnare serve passione, talento, anni di esperienza, molta  umilta', empatia e comprensione .. Cose che un diploma non potra' mai certificare.
Durante le mie lezioni trasmetto quello che ho appreso negli anni da grandi maestri di fama mondiale, ma soprattutto quello che ho imparato dai miei errori e dai miei successi. 
Il mio sistema di insegnamento e' il mio mezzo personale per gioire al piu' presto dei successi dei miei allievi.